Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoHe is a co-founding member of the “Edison Studio” and  since the 1970s he has worked as a composer of music with live electronics. He is interested in all forms of sound, irrespective of genre, and in the relationships between music and the performing arts.

 His work as a composer has brought him international recognition (Bourges Festival Prizes, UBU Prize – given by Italian theatre critics, Ars Electronica – Linz, MESS Festival Prize in Sarajevo, Special Prize at the BITEF Festival in Belgrade, “Hear” Prize by Hungarian Television, Opus Prize” from the “Conseil de la Musique du Quebec”). His works have been chosen many times for performance at the International Computer Music Conference and

 he has written various works for radio produced by the Italian broadcaster RAI and he composed work for theatre with “Teatro delle Albe”, “Fanny & Alexander”, and work for dance with “Wee Dance Company” and Robyn Orlin.
 Luigi Ceccarelli has held the post of Professor of Electronic Music Conservatory of Music of Latina.

MORE

Aleph con Zero

Musica elettroacustica 1993-1994

per due pianisti, due percussionisti e suoni campionati
edizioni Edipan
durata: 14′
commissione: Festival Nuova Musica Italiana – Roma
1ª esecuzione: Roma, Sala Casella, Festival Nuova Musica Italiana – 10 Dicembre 1993
interpreti: gruppo Ars Ludi

LC_Aleph 3“Aleph con Zero” comprende suoni di due marimbe e di un pianoforte preparato.
Durante lo scorrere del pezzo, i suoni amplificati diventano sempre più estranei alla natura degli strumenti dal vivo, ampliandosi verso un carattere più percussivo. “Aleph con Zero”  formato dalla sovrapposizione di semplici pattern ritmici, visivi e sonori, che creano una unica texture complessa.
La diversitˆ tra i ritmi – sia per la velocita’ che per la pulsazione -dà luogo ad un risultato sonoro molto denso, a volte apparentemente inestricabile. Anche la tradizionale divisione tra melodia e accompagnamento, che inquesto pezzo viene formalmente rispettata, diventa spesso indistinguibile.

“Aleph con Zero” fa parte dello spettacolo “Macchine Virtuose” realizzato da Luigi Ceccarelli, dallo scenografo Gianfranco Lucchino e dall’ensemble “Ars Ludi” all’Acquario Romano e al Teatro Comunale di Ferrara.

Recensioni
Nessuna esitazione nel dire che Aleph con Zero di Luigi Ceccarelli, in una ideale classifica mondiale del 1993 occuperebbe le primissime posizioni. Al’Õinizio si sentono moduli ritmici la cui provenienza, senza alcuna citazione, potrebbe essere il jazz avanzato o il percussionismo (anche tastieristico) post-bartokiano e post-stravinskiano. Un inizio elettrizzante, con dentro tutte le emozioni possibili della cultura urbana e tutta la creatività possibile del modo di produzione digitale. Appaiono poi diramazioni melodiche dei moduli d’attacco, frullate e sminuzzate sulle marimbe. Poi c’è il gioco di crescendi e di brusche interpolazioni di note isolate (che hanno sempre un valore ritmico), seguito da un’orgia “discreta” di suoni che sembrano sgocciolare dalle corde del pianoforte. Suoni campionati e riproposti agli strumentisti, i quali – dice Ceccarelli – “sono determinanti per dare vitalità a una partitura scritta al computer”. E infatti gli interpreti d Ars Ludi hanno reso irresistibile questo pezzo tremendamente complesso sul piano tecnico.
(Mario Gamba – Il Manifesto 14/12/93)

LC_Macchine Virtuose.CD
Macchine Virtuose
contiene “Aleph con Zero”
CD: Edipan CCD 3062
durata: 55′ – 1996
ACQUISTA

c
c

esecuzioni di “Aleph con zero”
10 Dic /93 Roma, Sala Casella, Festival Nuova Musica Italiana
08 Mar 94 Backnell (USA), The Gallery Series
10 Mar 94 New York, Interpretations, Merkin Concert Hall
29 Ago 96 Riccò del Golfo (La Spezia), Culture dei Mari

come parte di “macchine Virtuose”
27 Ott 94 Roma, Acquario Romano, “Progetto Musica ’94”
21 Sett 96 Ferrara, Aterforum Festival, Teatro Comunale