Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoHe is a co-founding member of the “Edison Studio” and  since the 1970s he has worked as a composer of music with live electronics. He is interested in all forms of sound, irrespective of genre, and in the relationships between music and the performing arts.

 His work as a composer has brought him international recognition (Bourges Festival Prizes, UBU Prize – given by Italian theatre critics, Ars Electronica – Linz, MESS Festival Prize in Sarajevo, Special Prize at the BITEF Festival in Belgrade, “Hear” Prize by Hungarian Television, Opus Prize” from the “Conseil de la Musique du Quebec”). His works have been chosen many times for performance at the International Computer Music Conference and

 he has written various works for radio produced by the Italian broadcaster RAI and he composed work for theatre with “Teatro delle Albe”, “Fanny & Alexander”, and work for dance with “Wee Dance Company” and Robyn Orlin.
 Luigi Ceccarelli has held the post of Professor of Electronic Music Conservatory of Music of Latina.

MORE

Aracne

Installazioni, Musica elettroacustica, Opere radiofoniche 1996

LC_Aracne

Installazione e opera radiofonica di Luigi Ceccarelli su testo di Guido Barbieri
versione per nastro magnetico 4 piste e multivisione
versione per nastro 4 piste solo
durata: 12′
Commissione: CRM, Festival Musica-Scienza
1ª rappresentazione: Roma, Acquario, Musica Scienza – Ascoltare lo spazio – 07 Giugno 1996
c

multivisione: Luigi Ceccarelli, Gianfranco Lucchino
disegni: Elly Nagaoka
voci recitanti: Giovanna Mori – Aracne,  Mirella Mazzeranghi – Atena
registrazione, programmazione, editing, mixaggio: Luigi Ceccarelli

Il mito di “Aracne” è qui raccontato sottoforma di dialogo tra Aracne e Atena: la sfida tra le due contendenti nella realizzazione dell’opera più bella, la vittoria di Aracne e la feroce vendetta di Atena sono qui riproposte in una dimensione al di fuori del tempo e dello spazio figurativo.
Un mito sulla sopraffazione che si perpertua all’infinito sempre uguale, tranne che per trascurabili particolari, dall’alba della civiltà ai giorni nostri e da oggi fino ad un lontano futuro.

“Aracne” è stato prodotto e realizzato a Roma presso il CRM – Centro Ricerche Musicali e presso Edison Studio. La versione radiofonica è del 1998.