Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoHe is a co-founding member of the “Edison Studio” and  since the 1970s he has worked as a composer of music with live electronics. He is interested in all forms of sound, irrespective of genre, and in the relationships between music and the performing arts.

 His work as a composer has brought him international recognition (Bourges Festival Prizes, UBU Prize – given by Italian theatre critics, Ars Electronica – Linz, MESS Festival Prize in Sarajevo, Special Prize at the BITEF Festival in Belgrade, “Hear” Prize by Hungarian Television, Opus Prize” from the “Conseil de la Musique du Quebec”). His works have been chosen many times for performance at the International Computer Music Conference and

 he has written various works for radio produced by the Italian broadcaster RAI and he composed work for theatre with “Teatro delle Albe”, “Fanny & Alexander”, and work for dance with “Wee Dance Company” and Robyn Orlin.
 Luigi Ceccarelli has held the post of Professor of Electronic Music Conservatory of Music of Latina.

MORE

Live*

Musica per la danza, Opere audiovisive, Teatro musicale e performances 2002

LC_live postcard 1
per clarinetti preparati, live electronics e suoni elaborati al computer
diffusione surround 4.1

Live*
Francesco Scavetta / Luigi Ceccarelli

coreografia Francesco Scavetta
musica e live electronics Luigi Ceccarelli
clarinetti Paolo Ravaglia
video: Tone Myskja, Francesco Scavetta

video editing: Tone Myskja, live video mixing: Tone Myskja/Giampaolo Rampini, disegno luci: Ruth-Marie Bottheim, oggetti: Johannes Dimpflmeier, production leader: Gry Kipperberg

Prix per la Musica per danza e teatro – Giugno 2003
30° Concours International de Musique et d’Art Sonore Electroacoustique de Bourges (Fr)

Commissione: Biennale di Venezia, settore musica e settore danza
produzione musicale: Edison Studio
produzione generale: compagnia Wee/Francesco Scavetta, con il supporto del Norsk Kulturfond, del Fond for lyd og bilde e del Norwegian Foreign Affairs in co-produzione con La Biennale di Venezia  e con la collaborazione di La Corte Ospitale/Teatro Herberia di Rubiera (RE), Teatro Comunale di Cesenatico, Teatro Comunale di Cagli, Istituto Italiano di Cultura di Oslo, Progetto Sonora e BIT-Teatergarasjen di Bergen.
durata 60′

vai a RECENSIONI di Live*
c

c

LIVE* – Francesco Scavetta – Luigi Ceccarelli – Paolo Ravaglia from luigi ceccarelli on Vimeo.
c
c
rappresentazioni di Live*
15-17 giu 01 – Venezia, La Biennale, Teatro Fondamenta Nuove
24-25 set 02 – Cagli, Teatro Comunale
05 ott 02 – Sandnes (Norvegia), Kulturhus
10-11 ott 02 – Bergen (Norvegia), Oktoberdans Festival
12-15 ott 02 – Oslo (Norvegia), Ultima Festival/Black Box Teater
19-20 ott 02 – Trondheim (Norvegia),Teater Avant Garden
23 feb 03 – Longiano (Italia), Teatro Petrella
27 feb 03 – Genova, Teatro Archivolto/Teatro Modena
4-5 mar 03 – Catania, ZO Centro Culture Contemporanee
18-19 lug 03 – Bologna, Teatri di Vita, Vita nel Parco 5
26 lug 03 – Klagenfurt (Austria), Festival “zwanzig+”
15 ott 03 – Avellino, Festival Tempo Incerto, Teatro Carlo Gesualdo
22 nov 03 – Barinas (Venezuela), Teatro Orlando Araujo
25 nov 03 – Maracaibo (Venezuela), Teatro Baralt
27 nov 03 – Valera (Venezuela), Ateneo de Valera
30 nov 03 – Caracas (Venezuela),Teatro San Carlos
01 mag 04 – Cesenatico, Teatro Comunale
19 mag 04 – Potenza
11 giu 04 – Bourges (Francia), Festival IMEB, Theatre Jacques-Coeur
3-4 dic 04 – Tartu (Estonia), D.A. Festival/Harbour theatre
8 dic 04 – Tallin (Estonia), Kanuti Gildi SAAL
30 ott, 1nov 06 – Roma, 43° Festival di Nuova Consonanza, Teatro Vascello
16 nov 06 – Repubblica San Marino, Teatro Nuovo di Dogana, stagione
2-4 mar 08 – Roma, Teatro Furio Camillo, Rassegna ETI
6 mag 08 – Firenze, Stazione Leopolda, Spazio Musica
7-9 mag 09 – Vancouver (Canada), The Dance Center – Summer Dance 2009, Scotiabank Dance Centre
21 apr 10 – Beirut (Lebanon), Bipod-Beirut International Platform of Dance, Maqamat Theater of Dance
4 Lug 10 – San Pietroburgo (Russia), Dance Festival Tyuz (Teatr Yunkh Zriteley)
c

LC_ScavettaSviluppatosi a partire da un’ investigazione su visione e illusione, quotidianità e irrealtà, artificialità e travisamento, lo spettacolo si svolge in un ambiente acustico e visivo dove la realtà e la sua riproduzione elettronica/virtuale non sono mai chiaramente definiti, ma s’intersecano continuamente, creando tra loro relazioni complesse e variabili. La performance ha concretamente luogo in un set di telecamere e monitor, un ring dove la tecnologia è presente e dissimulata, dove la visione e la percezione del suono sono costantemente messi in gioco. A causa della triangolazione tra telecamere e monitor e della sovrapposizione di diverse sorgenti di immagini, si creano vari livelli di realtà, non solo tra quello che succede in scena e quello che si vede sullo schermo, ma all’interno dello schermo stesso. La realtà della scena, ripresa in diretta, non coincide con la sua riproduzione sullo schermo. E’ come se un corto circuito nella trasmissione delle immagini proiettasse una realtà complessa che giustappone/mischia reale e pensiero, allucinazione e memoria, come un flusso continuo d’interferenze.

La partitura musicale di Live* è costruita con i suoni del clarinettista Paolo Ravaglia, che ha dato con la sua originalità ed abilità tecnica un contributo significativo alla realizzazione dell’opera. Nella performance vari pezzi di clarinetti sono smontati e rimontati continuamente, così da ottenere vari assemblaggi di strumenti improbabili, con l’aggiunta di sordine di ogni tipo.

LC_BO7B69~Ravaglia

Questi strumenti “inventati” permettono una maggior varietà di suoni e di timbri, da quelli profondi del clarinetto basso, fino ad acutissimi armonici, ineseguibili con lo strumento tradizionale. I suoni del clarinetto vengono amplificati e, tramite una partitura programmata al computer, elaborati elettronicamente e diffusi nello spazio da un sistema di ascolto multicanale. Ai suoni eseguiti dal vivo ne vengono sovrapposti altri, realizzati in precedenza e ottenuti dall’eleborazione digitale dello stesso clarinetto. Il risultato sonoro di LIVE* è vario e complesso, pur essendo gestito da un unico esecutore. Il clarinetto diventa uno strumento polifonico e multidimensionale, sempre in bilico tra lo spazio materico della virtuosità esasperata e lo spazio virtuale, dove tempo e spazio prendono parte al gioco creativo del suono.

Elaborata in contemporanea con la partitura musicale e in gioco costante con l’esecuzione dal vivo, la danza include la teatralità del gesto quotidiano e, allo stesso tempo, l’artificialità dell’essere naturali. L’ideale di Scavetta, o meglio, la sua utopia è, in fondo, l’atletismo derisorio, l’acrobazia assurda di un corpo in “equilibrio”, intendendo quello stato di fragilità, non solo fisica, in cui in ogni momento è possibile cadere, anche se ciò non succede. Un movimento che non si mostra, ma accade. Una manipolazione disarticolata del corpo, un concentrato di fluidità e deformazione, di humor e follia.

c

LC_Live BourgesCultures Electroniques n 18
Live* – DVD
estratto
durata 7:30
2005
DVD/CD: LDC 278079/1 serie IMEB/UNESCO/CIME
ACQUISTA IL DVD

c

LC_Biennale.CDCD – Nuove Creazioni per la Biennale
(musiche di Ceccarelli, Galasso, Mancuso)
Live* (parte I e II) (suite)
per clarinetti preparati e suoni di clarinetti
clarinetto Paolo Ravaglia
durata:3’45″ + 3’ 53″
CD La Biennale di Venezia.
2001

c
Live* a San Pietroburgo (Russia)