Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoSi dedica fin dagli anni ’70 alla composizione musicale elettroacustica con particolare attenzione allo spazio sonoro. Le sue opere, hanno ottenuto premi internazionali (IMEB di Bourges, Ars Elettronica di Linz, premio “Hear” della televisione Ungherese, premio “Opus” del “Conseil de la Musique du Quebec”, International Computer Music Conference). Oltre all’ambito prettamente musicale, Luigi Ceccarelli si dedica al teatro musicale dove ha realizzato spettacoli con il Teatro delle Albe e Fanny & Alexander e ha ricevuto il Premio UBU 2002 (assegnato per la prima volta ad un musicista), il premio del Bitef Festival di Belgrado e del Mess Festival di Sarajevo. Ha lavorato come musicista con la coreografa Lucia Latour, e negli anni seguenti con la compagnia di danza norvegese Wee e con la coreografa sudafricana Robin Orlin. Ha composto varie opere radiofoniche prodotte da Rai RadioTre con testi di Stefano Benni, Valerio Magrelli ed Elias Canetti. E’ tra i soci fondatori di Edison Studio con cui ha creato le colonne sonore di vari film degli anni ’10, ricevendo il premio AITS  per il film “Inferno”. E’ titolare della cattedra di Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica di Latina.

MORE

Filmstudie

Musica per il cinema 1997

per nastro magnetico
musica per il film “filmstudie” (1926) di Hans Richter
durata: 4’30”
1ª proiezione: Novafeltria (RN), Miniera, Sipario Ducale 06 Agosto 1997

LC_Filmstudiew

Note sulla realizzazione della musica
Filstudie è un melange di immagini astratte e concrete che, insieme allo stile di montaggio danno al film un carettere surrealista tipico della poetica di Richter.
La musica tende a rispettare questo carattere ed a rafforzarlo.
Il rapporto suono-immagine non è quindi onomatopeico ed i suoni sono utilizzati come puri oggetti emozionali senza alcuna apparente relazione se non quella formale. Talvolta creano forti cesure che assecondando le immagini, amplificandone a dismisura il movimento, altre volte sembra che provengano direttamente dall’interno delle immagini, come se fossero il suono meccanico della loro interiorità, il movimento interno degli atomi amplificato fino a diventare percepibile

“Filmstudie” e “Opus II” fanno parte di “Diagonal Symphonie”, una serie di 12 film sperimentali degli anni 20 con musiche appositamente scritte e realizzate di Luigi Ceccarelli, Roberto Doati, Emanuele Pappalardo, Francesco Giomi, Gabriele Manca, Paolo Pachini, Riccardo Dapelo e Agostino di Scipio.
Otto compositori sovrappongono le loro invenzioni ad uno sguardo che non percorre più liberamente superfici immobili, ma viene condotto dalla successione ritmica delle immagini; la musica diventa ottica, l’occhio la segue con infiniti scarti, la memoria si somma a quello sguardo, riassembla e riconsegna alla mente le figure.

proiezioni
06 Ago 97 – Novafeltria, Miniera, Sipario Ducale
06 Set 97 – Ferentino, (FR) Europa Festival, 97
16 Ott 97 – Roma, Arte & Comunicazione, Palazzo delle Esposizioni
15 Mag 98 – Pescara, Festival Varianti, Accademia Musicale Pescarese
03 Giu 98 – Bourges (Francia), Festival “Syntèse 98”, Maison de la Culture
27 Ott /98 – Cordoba (Argentina), IX jornadas internacionales de musica electroacustica
Ott 98 – Buenos Aires (Argentina), Centro Cultural “La Recoleta”
23 Nov 98 – Firenze, Tempo Reale
28 Nov 98 – Roma, Festival Nuova Consonanza, Goethe Institut
08 Apr 99 – Terni, Concerti Agimus, Cinema Fiamma d’Essay
13 Mag 99 – Venezia, Fondazione Teatro la Fenice, Teatro Fondamenta Nuove
07 Nov 99 – Stoccolma (Svezia), Memorie Sonore, Fylkingen
12 Nov 01 – Gent (Belgio), IPEM, Universiteit Gent
25 Nov 01 – Milano, Milano Musica, Musica in Video, Sala Puccini del Conservatorio
25 Set 05 – Lisbona (Portogallo) Musica Viva Festival
18 Mag, 11 Lug 06 – Genova, Concerti GOG-Flauti Magici 2006, Casa Paganini
31 Mar 07 – Ginevra (Svizzera) “Archipel 07” Festival des musiques d’aujourd’hui, Teatro Pitoeff